29.02.2012 Posa della prima pietra del Centro di riabilitazione psichiatrica con comunità protetta, Bolzano | MODUS architects Matteo Scagnol

Il 24 gennaio 2012 è stata posata la prima pietra per la nuova costruzione del Centro di riabilitazione psichiatrica con comunità protetta nel quartiere storico Gries a Bolzano.

Il progettista e direttore dei lavori è l'architetto Matteo Scagnol di MODUS architects. Lo studio di ingegneria Bergmeister è responsabile della direzione lavori statica, della progettazione elettrotecnica e del coordinamento della sicurezza.

La posa della prima pietra della struttura nella Via Fago si è svolta alla presenza del presidente della Provincia, Luis Durnwalder e dell'assessore Florian Mussner. Nel suo discorso, il presidente della provincia ha sottolineato il fatto che in futuro è vero che si dovrà mirare al risparmio, ma non si dovrà far mancare le risorse al sostegno per persone malate o bisognose.

Il Centro di riabilitazione psichiatrica si trova sull'area dov'era dislocata per venti anni tra 1981 e 2001 la sede della Croce Bianca di Bolzano.

La cubatura interrata sarà di 5.286 metri cubi, la cubatura fuori terra di 11.260 metri cubi. La nuova costruzione si ripartisce in due parti distinte e rispetta i nuovi principi guida delle strutture di questo genere. Nel piano terra aperto e flessibile si trovano i servizi generali. Nella parte superiore di tre piani si trovano gli spazi per la terapia, gli alloggi e l’amministrazione. In più la nuova costruzione dispone di palestra, falegnameria, sala pranzo e di un parcheggio interrato.

La struttura sarà ultimata nel febbraio del 2014. 

Servizi forniti
· Progettazione strutturale
· Progettazione elettrotecnica
· Coordinamento della sicurezza
· Coordinazione sicurezza antincendio


Comunicato del Servizio Stampa della
Provincia di Bolzano


Alto Adige 01|03|2012

Direzione lavori statica
Dr. Ing. Josef Taferner

Coordinatore della sicurezza
Per. ind. Marco Battisti

Progettazione elettrotecnica
Per. ind. Manfred Brugger