Deutsch
Controlli periodici dei ponti - cosa richiede il decreto provinciale?

fcexpert

 Controlli periodici dei ponti - cosa richiede il decreto provinciale:

Secondo il decreto del presidente della provincia del 28 novembre 2011, n. 41 tutti i ponti su strade provinciali e statali della Provincia di Bolzano devono essere sottoposti a controlli periodici di sorveglianza, vigilanza e ispezione.
Ai fini delle presenti disposizioni tecniche si intende per:

  • sorveglianza permanente: L´attività di normale controllo del piano viabile eseguita dal personale cantoniere durante le normali attività giornaliere. Il controllo si limita al piano viabile e non riguarda le strutture sottostanti. Per tale attività non é necessaria la redazione di un verbale.
  • vigilanza: Il controllo eseguito dal personale cantoniere ogni tre mesi, o in seguito ad un evento eccezionale, su tutte le opere censite e su tutti gli elementi visibili del ponte. Vengono segnalate per iscritto solo eventuali anomalie.
  • ispezione semplice: L`attività di controllo da eseguirsi ogni due anni da personale tecnico (livello tecnico minimo capo-cantoniere e/o geometra) su ponti di luce maggiore di 2,40metri. Di tale ispezione viene redatto apposito verbale, con assegnazione di una valutazione sugli elementi del ponte.
  • ispezione complessa: L´attività di controllo eseguita da personale tecnico certificato su tutti i ponti di luce maggiore di 6,00m, al fine di elaborare dati oggettivamente confrontabili secondo gli standard adottati dall´ente gestore e nel rispetto delle prescrizioni di collaudo.
Secondo la Circolare dei Lavori Pubblici del 25.02.1991 n. 34233 "Istruzioni relative alla normativa tecnica per le costruzioni" tutti ponti devono essere sottoposti a controlli periodici. La frequenza delle ispezioni deve essere commisurata all caratteristiche ed alla importanza dell´opera. L´art. 9.3 cita testualmente: "Gli Uffici Tecnici delle Amministrazioni proprietarie delle strade, o alle quali la gestione delle strade é affidata, devono predisporre un sistematico controllo delle condizioni statiche e di buona conservazione dei ponti. La frequenza delle ispezioni deve essere commisurata alle caratteristiche ed alla importanza dell´opera, nonché alle risultanze della vigilanza." Mancano indicazioni chiare riguardanti lo svolgimento e le frequenze dei controlli.

Lo Studio di Ingegneria Bergmeister consiglia per tutti i ponti su strade, percorsi pedonali e ciclabili comunali o delle comunità comprensoriali di eseguire i controlli periodici previsti nel decreto provinciale.
La conoscenza dello stato di fatto é fondamentale per la programmazione della manutenzione. Le spese per l´eliminazione di difetti rilevati in anticipo sono spesso basse. I controlli periodici allungano la vita del opera, confermano regolarmente la portata e riducono i costi per la manutenzione.

Le scadenze dei controlli periodici dipendono dai seguenti parametri:

Lunghezza campata massima del ponte? (Luce netta in mancanza di appoggi)

Quando é stata eseguita l´ultima ispezione complessa?

Quando é stata eseguita l´ultima prova di carico 

Quando é stato eseguito l´ultimo collaudo ?



Informazione aggiuntiva: denominazione del ponte?

Informazione aggiuntiva: coordinate GPS del ponte?

Informazione aggiuntiva: tipologia del ponte?

Informazione aggiuntiva: lunghezza totale del ponte [m]?

Informazione aggiuntiva: distanza appoggio/appoggio del ponte [m]? Elencare tutte le campate.

Informazione aggiuntiva: luce netta del ponte [m]? Elencare tutte le campate.


Per ottenere una tabella riassuntiva copia i dati della tabella in un foglio EXCEL.

 

Ultimo aggiornamento il 18.01.2019, dati attuali fino al 31.12.2019. Tutte le informazioni senza garanzia.